Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso comporta l'accettazione dei cookie.

CENTRO STUDI VALLE IMAGNA

Sei qui: Home Libri Bergamini, vacche e stracchini

 

Bergamini, vacche e stracchini

Email
Ventiquattro racconti di malghesi, lattai e fittavoli dalla Valle Taleggio alle cascine di Gorgonzola e dintorni
Contributo: 20,00 €
Descrizione

I ventiquattro racconti di questo libro descrivono cose semplici di questo mondo, mestieri antichi, relazioni personali con la terra e gli animali. Ciascuno di essi è espressione autentica di vita vissuta, costruita e conquistata col lavoro di tutti i giorni. Nel loro insieme, però, offrono al lettore un poema più grande, proteso verso sintesi superiori, oltre la montagna e la pianura, mettendo in luce sentimenti genuini, azioni sapienziali, comportamenti coerenti, amore vero per un ambiente umano oggi tutto da riscoprire. Dal quale ripartire.

I protagonisti hanno respirato il profumo del latte, plasmato gli stracchini, vissuto la vivacità e le difficoltà della transumanza, sperimentato la precarietà della vita, riempito i polmoni con l’aria in libertà degli alpeggi e conosciuto i limiti e le privazioni in casa d’altri, praticato il sacrificio e ricercato il risparmio. 

Insieme, come un tempo, oggi essi consegnano al mondo intero le loro storie, simili e diverse nello stesso tempo. Uniche. La relazione con le vacche è il tema costante e svolge un ruolo primario in tutti i racconti, che si esprime tanto in rapporti di affetto e fedeltà con i quadrupedi, quanto nella produzione di latte e stracchini, che hanno fatto il progresso delle famiglie e caratterizzato la grande stagione casearia lombarda.

Se, all’inizio di ciascun racconto, prevalgono le connotazioni temporali delle singole vicende umane, con lo scorrere delle pagine prevale una dimensione di atemporalità: la percezione del tempo diventa irrilevante per i protagonisti, che sentono ancora di appartenere a quel mondo. Bergamini per sempre. Solo l’alternarsi delle giornate più calde o più fredde, più lunghe o più corte, sull’alpe o in cascina, con la miriade di azioni da compiere, fanno da silenzioso sottofondo alle trasformazioni naturali delle cose.

La prosa, infine, costruita sul linguaggio proprio della tradizione orale e quindi venata di frequenti espressioni dialettali, scandaglia gli universi interiori, entra nei labirinti dei percorsi umani, per cogliere cause, motivazioni, valutazioni, scelte che hanno caratterizzato la vita dei vari personaggi.

 
Pagine: 640
Luogo di edizione: Sant'Omobono Terme (Bg)
Anno di edizione: 2015
Autore: Antonio Carminati