Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso comporta l'accettazione dei cookie.

CENTRO STUDI VALLE IMAGNA

Sei qui: Home Collane Gente e terra d'Imagna O TU CHE LEGGI, RICORDA. Epitaffi cimiteriali tra l'Adda e il Brembo

 

O TU CHE LEGGI, RICORDA. Epitaffi cimiteriali tra l'Adda e il Brembo

Email
Una monumentale opera di trascrizione e studio degli epitaffi e delle iscrizioni funerarie raccolte nei cimiteri di Valle Brembana, Valle Imagna, Valle San Martino e Isola bergamasca
Contributo: 20,00 €
Descrizione

 

CLICCA qui per leggere le prime pagine del volume

 

Dalle lapidi cimiteriali la moltitudine di chi ci ha preceduto muove verso di noi l’estremo passo, la sua eterna ultima recita, come in una medievale danza macabra, priva però di quella malinconia feroce e beffarda; facendo irruzione nel nostro tempo, consegna a noi e alle generazioni future un breve, epigrafico testamento morale, ci affida gli ideali che hanno connotato la sua vicenda storica e la sua fede nel destino futuro.

Le parole degli epitaffi ci trasmettono, come in un estremo lascito, i comportamenti e i valori che hanno fondato l’identità di un mondo; come scrive Chiara Frugoni nella prefazione, «i nostri vecchi nelle lastre cimiteriali parlano di sé, si raccomandano a noi, vogliono che continuiamo a conoscerli e a ricordarli».

Le 3288 lapidi sepolcrali qui raccolte, custodite in 156 cimiteri tra l’Adda e il Brembo, parlano un linguaggio articolato, che dice del lutto e della sua cultura, della morte e della vita: come afferma Vladimir Jankélévitch, «morire è la condizione stessa dell’esistenza».

 

Pagine: 504
Luogo di edizione: Sant'Omobono Terme
Anno di edizione: 2017
Autore: Matteo Rabaglio, Giosuè Bonetti